Da buon studente di informatica sono appassionato di tecnologia,non possiedo uno smartphone o un tablet o un reader ma mi tengo informato in materia.

L’abbinamento tecnologia e scuola fa sempre molto discutere. Io credo che pian piano sarebbe da introdurre,i libri elettronici,magari i tablet per gli appunti o le lavagne elettroniche ma la tecnologia stessa non deve del tutto soppiantare i buoni vecchi libri,le matite le penne eccetera.

Non sono cioè per la sostituzione integrale dei vecchi metodi anche perchè penso a me stesso.

Riesco a leggere per ore un pc anche appunti,scrivo molto meglio su pc che su carta ma spesso ho bisogno di carta e penna per fare schemi o calcoli o cose simili.Anzi paradossalmente uso meno la calcolatrice di tanti altri.

Da studente delle superiori ero un fan della calcolatrice anche 3+1 facevo con la calcolatrice crescendo ho imparato e apprezzato il calcolo mnemonico,oggi paradossalmente tranne per i logaritmi e le moltiplicazioni/divisioni più complesse uso la mia mente,la tengo allenata.

Se da piccolo mi avessero fatto scrivere solo col pc e solo usando la tecnologia probabilmente oggi non saprei per nulla scrivere a mano e farei molta fatica a fare qualunque calcolo o ragionamento anche banale senza aiutarmi con la tencologia.

Però per esempio sostituire i libri cartacei con quelli elettronici è una bella comodità soprattutto per alleggerire gli zaini degli studenti.

salut

mashiro

Tecno-scuola
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: