Programma di governo: Ridurre la burocrazia

28 Agosto 2019

Ieri mi arriva una multa, capita.

Giro in scooter e anche se cerco di rispettare il codice della strada: raramente mi fermo prima delle strisce, spesso mi infilo tra le macchine, a volte invado la corsia dei bus.

Insomma guido la vespa e cerco di non rimanere troppo in coda.

Mi arriva la multa e mi preparo psicologicamente a pagare, apro: sorpresa, la multa riguarda una moto che mi è stata rubata 6 anni fa.

Prima considerazione: mi hanno rubato la moto a Genova 6 anni fa, le ricerche delle forze dell’ordine sono state così solerti e precise che la moto ha preso una multa sempre a Genova. Che tu dici, parlano tanto di sicurezza poi non trovano uno scooter che cambia quartiere in 6 anni.

Seconda considerazione: tu vigile che vedi una moto ferma dove non deve stare, ti avvicini, fai un controllo e risulta non assicurata dal 2013, non revisionata sempre dal 2013..te la potrai fare la domanda ma non è che su sto mezzo pende una denuncia per furto?

E se ti sei fatto la domanda, tu pubblica amministrazione che non trovi una denuncia per furto su un motociclo a cui nemmeno la targa è stata cambiata, lo potrai cambiare il software che ti gestisce l’archivio perché fa schifo?

Comunque vado alla locale sezione dei vigili con la copia della denuncia e la multa, speranzoso che essendo evidente l’errore del vigile non ci siano troppe rotture di coglioni per non pagare l’obolo di 40 euro.

Risposta del vigile: mi dispiace io non posso fare niente, ufficio contravvenzioni, dall’altra parte della città, orari del cazzo, se vuoi mandare qualcuno 800 deleghe.Risposta: ma che cazzo. Si hai ragione, ma non è colpa mia.

Invece di parlare del sesso degli angeli, della poltrona di sto cazzo e degli incendi in Amazzonia, tutte cose più o meno nobili, si potrà fare una cazzo di legge di una riga che dice: se lo stato ti fa una multa e sbaglia, invece di perdere 3 ore della tua vita per dimostrare che hai ragione, potrai mandare una PEC con allegata la copia scansionata della denuncia e poi ci pensa lo stato a risolvere il suo errore.

O se la PEC e i sistemi informatici in genere sono troppo avanzati, semplicemente dire vai con i papiri in qualunque cazzo di ufficio dei vigili urbani e poi ci pensano loro?

Non mi sembra difficile nel 2020, in una potenza del G7.

Detto che sempre nel 2020, sempre in un paese del G7, tu fai i controlli su una targa la prima cosa che ti dovrebbe venire a schermo è: moto rubata.

E anche qui non dobbiamo arrivare a Skynet. O alla VIKY di Io,Robot.

Poi potete pure tornare a scannarvi dei cazzi vostri.

2 commenti